Questa struttura nasce all'inizio del 1800 come casa colonica di proprietà del Sig. Mancinelli di Roma.
Egli fu uno dei pionieri nel portare l'acqua corrente, potabile e sanitaria nelle case marchigiane, installando al piano superiore di questa casa la prima stanza da bagno. Successivamente fu acquistata da una famiglia benestante di Ripe per il quale il Bisnonno Sante e la Bisnonna Adele lavoravano come mezzadri.

Una parte di questa casa era utilizzata come loro alloggio in cui, già all'epoca, ne curavano i campi, il bestiame, l'aia, ecc...
Sempre in questa casa, agli inizi degli anni '20, nacque “Nonno Vittorio” che vi trascorse la sua infanzia imparando poco a poco dai suoi genitori quello che poi diverrà il suo lavoro.

Nel 1950 Vittorio sposa “Nonna Antonia” che gli regalerà una bellissima famiglia.
Insieme lavoreranno qui come braccianti fino a quando Vittorio decise di trasferirsi in una casa propria creandosi una sua azienda agricola.
Sul finire degli anni ’80 due dei quattro figli, Giancarlo e Andrea, dopo varie esperienze nel mondo alberghiero/ristorativo e dell’agricoltura, decidono di acquistare la casa d’infanzia per trasformarla nel loro sogno.


É così che nel 1990 nasce “ Il centro Agrituristico il Giogo" che nel corso degli anni si trasformerà in “Tenuta il Giogo Country House” adeguandosi ai tempi e alle necessità logistiche, dapprima con la creazione della Sala Matrimoni, “Il Vecchio Mulino”, in seguito con l’ampliamento delle camere e la costruzione della piscina, migliorando di anno in anno i suoi servizi (equitazione, volo in deltaplano a motore, campo da beach, fattoria didattica, ecc ) mantenendo intatto il suo spirito legato al territorio associandosi alle Terre di Frattula. Ad oggi noi Fratelli Piccinini siamo pronti ad offrirvi quello che la “NOSTRA STORIA” ci ha tramandato sperando di farvi “assaporare” un po’ di essa.

Gabriele e Lorenzo